MIDAS

Masterclass in Innovazione Didattica Applicata alle Scienze

Quando e Dove Dal 22 al 24 febbraio 2018 a Torino, presso l'IIS Gobetti Marchesini Casale Arduino (via Figlie dei militari, 25) Protagonisti Scuola primaria, Scuola secondaria di II grado, Dottorandi, Ricercatori, Insegnanti, Scuola secondaria di I grado Tipologia di progetto Scuola di formazione

SCARICA LA LOCANDINA

SCARICA IL PROGRAMMA


Contatti: midas@unito.it
Partecipanti 45 docenti di scienze: 15 docenti delle primarie, 15 delle secondarie di I grado, e 15 delle secondarie di II grado

Una scuola di formazione per docenti di ogni ordine e grado, per la diffusione di strumenti pratici e teorici utili all’insegnamento delle scienze.

MIDAS, Masterclass in Innovazione Didattica Applicata alle Scienze, è una scuola di scienze sperimentali per docenti di ogni ordine e grado, volta a promuovere la cultura tecnico-scientifica.

Valorizzare la didattica in laboratorio e analizzare le strategie, le regole sul come comunicare le scienze sono gli obiettivi di MIDAS.

Docenti delle primarie, secondarie di primo e secondo grado, scienziati e professionisti della comunicazione lavoreranno per tre giorni gomito a gomito, condividendo esperimenti, idee e metodologie, con l’obiettivo di arrivare alla progettazione di uno o più percorsi didattici replicabili e realizzabili in ogni istituto scolastico, anche in quelli privi dei classici laboratori.

Per la prima edizione 2018, la parte sperimentale e laboratoriale della MIDAS è incentrata sulla chimica, grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Chimica dell’Università di Torino.


MIDAS è una scuola pensata per i docenti e realizzata dai docenti!


Per partecipare occorre registrarsi attraverso il form online (accessibile dal menù a sinistra) entro il 14 gennaio 2018.


N.B.: La partecipazione è aperta anche agli studenti dei corsi di Laurea in Scienze della Formazione Primaria e Scienze dell'Educazione. Se interessati, vi preghiamo di contattare il team di progetto all'indirizzo midas@unito.it.


COSTI & BENEFITS

Il costo di iscrizione è di 50 € e comprende la partecipazione alle lezioni e ai laboratori, i materiali di approfondimento e i kit didattici, pranzo e coffee break.

La frequenza a tutte le lezioni e a tutti i laboratori dà diritto ai crediti formativi per 24 ore e l’attestato di partecipazione.



MIDAS è un progetto di Agorà Scienza e IIS Gobetti Marchesini Casale Arduino, realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Chimica dell'Università di Torino e con il sostegno della Compagnia di San Paolo. L'iniziativa si svolge nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte.


  • DOCENTI

    • Alessandra Bianco Prevot

      Per il progetto MIDAS 2018 è la responsabile del laboratorio sui "Nanomateriali per la pulizia dell’acqua"


      La Prof.ssa Alessandra Bianco Prevot si è laureata in Chimica presso l’Università di Torino nel 1990 e ha ottenuto il titolo di Dottore di Ricerca in Chimica nel 1995. Dal 2002 è Professore Associato di Chimica Analitica presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Torino. La sua principale attività di ricerca è lo studio di materiali e processi innovativi per il trattamento di acque e suoli inquinati. Attualmente si occupa delle applicazioni ambientali di prodotti “bio-based”, ottenuti da biomasse residuali urbane ed agricole. È co-autrice di circa 70 lavori pubblicati su riviste scientifiche di rilevanza internazionale.


    • Giovanni Casavecchia

      È co-ideatore del progetto MIDAS 2018, per il quale è anche il responsabile dell’organizzazione presso l’IIS Gobetti Marchesini Casale Arduino


      Dal 1998 credo di fare uno dei lavori più belli e interessanti. Insegno. Chimica. Dopo alcune esperienze lavorative nel campo della ricerca medica in Svizzera e a Milano, ho iniziato, del tutto casualmente, a insegnare nelle scuole secondarie di secondo grado, e da allora non ho più smesso. L'insegnamento mi ha arricchito: curo testi, scrivo libri scolastici (ovviamente di chimica!) e mi dedico con altri volenterosi colleghi alla diffusione della cultura scientifica organizzando incontri con docenti universitari, ricercatori e giornalisti del settore. Insieme ad Agorà Scienza, abbiamo pensato di creare una scuola di aggiornamento per insegnanti di ogni ordine e grado. Naturalmente una scuola che si occupa di scienza.

      Benvenuti in MIDAS!


    • Fabrizio Ferrari

      Per il progetto MIDAS 2018 è il responsabile della sessione "Coding di classe"


      Fabrizio Ferrari è insegnante di scuola primaria, appassionato di tecnologie e didattica innovativa, ha coordinato progetti di ricerca-azione legati alla sperimentazione delle Indicazioni nazionali per il curricolo e porta avanti corsi di formazione su coding, pensiero computazionale e uso delle tecnologie in classe.


    • Silvia Giordani

      Per il progetto MIDAS 2018 è la responsabile del laboratorio sui "Nanomateriali al carbonio"


      Dopo aver conseguito la laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche all'Università Statale di Milano e il dottorato in Chimica all’Università di Miami (Stati Uniti), Silvia Giordani si specializza in nanotecnologie al Trinity College di Dublino e all’Università di Trieste. Nel 2007 si aggiudica il “President of Ireland Young Researcher Award” con un milione di euro per realizzare il suo progetto di ricerca e torna al Trinity College come Research Assistant Professor. Nel 2012 vince la borsa di studio l’Oréal-UNESCO “Per le donne e la scienza” e il premio nazionale Leonardo – UGIS a un giovane ricercatore - comunicatore. Nel 2013 rientra in Italia, fonda e dirige un laboratorio di ricerca sullo sviluppo di nanomateriali al carbonio per applicazioni biomediche, il “Nano Carbon Materials” presso l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. I risultati delle ricerche hanno generato finora più di 80 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali, centinaia di presentazioni a congressi scientifici in tutto il mondo. Dal 2011 promuove il progetto Mentoring Juniors per avvicinare i giovani studenti al mondo della ricerca. Dal Dicembre 2013 è Professore Associato di Chimica Organica presso l’Università di Torino.




    • ​Beatrice Mautino

      Per il progetto MIDAS 2018 è la responsabile della sessione "Progettare esperienze di didattica informale"


      Beatrice Mautino è laureata in Biotecnologie Industriali, ha un dottorato di ricerca in Neuroscienze all'Università di Torino e un master in Comunicazione della scienza presso "Il rasoio di Occam". Si è occupata di ricerca per alcuni anni all'Università di Torino ed è attualmente comunicatrice della scienza (lei preferisce chiamarsi "divagatrice scientifica"), specializzata in progettazione di laboratori, mostre interattive ed eventi scientifici. Ha curato la mostra fotografica "I viaggi di Luca Cavalli-Sforza" e la mostra "Food - La scienza dai semi al piatto". Dal 2012 è responsabile del programma delle conferenze del Festival della Scienza di Genova.


    • Umberto Mosca

      Per il progetto MIDAS 2018 è il responsabile della sessione "Raccontare la scienza: didattica e documentazione"


      Media Educator e Media Trainer, progetta percorsi didattici e formativi basati sull'utilizzo del cinema e del prodotto audiovisivo. Direttore scientifico dell’Associazione Babelica che opera nel campo della Media Education e che gestisce l'Indirizzo Cinematografico e Audiovisivo presso la Scuola Media Pacinotti di Torino, in cui la produzione audiovisiva viene utilizzata come risorsa didattica per potenziare i percorsi curriculari. Insegna Digital Media Contents e Storytelling innovativo d'Impresa presso il Dipartimento di Management dell'Università di Torino e Guerrilla Marketing e marketing non convenzionale presso l'Agenzia Formativa INFOR ELEA. Dal 1991 è formatore nei progetti scolastici di AIACE Torino. Nel 2015 ho fondato il Centro Studi Psicologia Immagine con la psicologa e psicoterapeuta Martina Zilio (Metodo CineLangage). Dal 2013 sono Presidente dell'Associazione NA_VI - Evoluzione Creativa, che opera nella formazione sui temi della cultura d'impresa e del rapporto con territorio e reti sociali. Giornalista pubblicista e critico cinematografico, autore di numerosi volumi sul cinema e i media.



    • Pierluigi Quagliotto

      Per il progetto MIDAS 2018 è il responsabile del laboratorio sulle "Celle solari a colorante"


      Si è laureato nel 1990 all’Università di Torino e ha ottenuto il dottorato di ricerca in Scienze Chimiche presso la stessa Università. Dal 1999 è Ricercatore di Chimica Organica presso l’Università di Torino, dove conduce ricerche su materiali organici funzionali, rivolte alla sintesi e caratterizzazione di polimeri conduttivi, coloranti e tensioattivi. Questi materiali hanno numerose applicazioni nei campi dell’energia, biomedico ed industriale. Negli ultimi tempi sta sviluppando reazioni organiche utilizzando l’acqua come solvente, con l’ausilio di tensioattivi, al fine di ridurre e/o eliminare l’utilizzo di solventi organici, anche in ambito industriale. Insegna “Chimica Organica con Laboratorio” per il Corso di Laurea in Scienza e Tecnologia dei Materiali e “Organic Materials with Laboratory”. Tiene un laboratorio di 16 ore sulle celle solari a colorante per gli studenti delle scuole superiori. Ha sviluppato il sito didattico iOrgChem (http://www.iorgchem.unito.it), rivolto agli studenti universitari e delle scuole superiori impegnati nello studio della Chimica Organica. Il sito propone numerosi esercizi sviluppati in proprio e link a siti esterni a numerose risorse di studio. Da tre anni collabora con il Dr. Felix Rudolphi (Università di Karlsruhe, Germania) allo sviluppo del programma open source Open Enventory, comprendente inventario e quaderno di laboratorio elettronico, utilizzabile in istituti di ricerca e in ambito didattico universitario e superiore (ITIS o IIS Chimici).



    • Francesco Trotta

      Per il progetto MIDAS 2018 è il responsabile del laboratorio sulle "Nanospugne"

      Francesco Trotta si è laureato in Chimica nel 1982 presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 1987 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze Chimiche. Dopo un breve periodo di ruolo nelle scuole superiori diventa ricercatore in chimica industriale nel 1990, presso il dipartimento di Chimica IFM dell’Università di Torino. Attualmente ricopre il ruolo di professore ordinarioin chimica industriale presso il Dipartimento di Chimicadell’Università di Torino. Dal 2001 è anche ricercatore associato presso l’Istituto per le Tecnologie delle Membrane del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ITM-CNR). Le sue principali tematiche di ricerca riguardano la chimica delle ciclodestrine e la chimica supramolecolare, la sintesi di nuovi polimeri per la preparazione di membrane ed i polimeri per riconoscimento molecolare. In oltre 25 anni di attività didattica ha tenuto numerosi corsi di Chimica, Chimica Organica, Chimica Industriale, Chimica delle Macromolecole e Chimica dei Materiali Polimerici presso l’Università Di Torino, il Politecnico di Torino, l’Università della Calabria e la Jan Duglosz University di Chestochowa.



    • Giuseppina Cerrato

      È co-ideatrice del progetto MIDAS 2018, per il quale coordina anche il gruppo di lavoro del Dipartimento di Chimica dell'Università di Torino.

      Professore associato di Chimica Generale ed Inorganica presso il Dipartimento di Chimica dell’Università degli Studi di Torino. Corsi di insegnamento per l’a.a. 2017-18: Fondamenti e Didattica della Chimica per il CdLM in Scienze della Formazione Primaria (sedi di Torino e Savigliano), Fondamenti di Chimica per il CdLM in Conservazione e Restauro di Venaria Reale, Chimica Generale ed Inorganica per il CdL in Scienza e Tecnologia dei Materiali. È coautore di circa 130 pubblicazioni (Scopus: h index = 33, 3550 citazioni) su riviste internazionali e di 10 capitoli di libri dedicati allo studio di materiali ossidici nanostrutturati per possibili applicazioni in ambito biomedicale, catalitico e foto catalitico, utilizzando la microscopia elettronica in trasmissione le spettroscopie FTIR-Raman e UV-Vis quali tecniche di indagine. È anche autrice/curatice di circa 25 pubblicazioni rivolte alla ricerca in Didattica della Chimica e delle Scienze ed alla disseminazione della Chimica “con buone pratiche didattiche”.
  • Form adesione

  • PROGRAMMA

    • LABORATORI

      22 - 24 febbraio | ore 9 - 12:30 @ IIS GMCA


      Nanomateriali al carbonio con Silvia Giordani

      Le nanotecnologie sono un campo di ricerca relativamente recente, ma già ricco di scoperte e conquiste scientifiche. L’obiettivo principale è costruire dispositivi piccolissimi, dell’ordine dei nanometri, ossia milionesimi di millimetro. Tanto per farsi un’idea, i nostri capelli sono spessi circa 70.000 nm e 1 nanometro copre lo spazio occupato da tre (circa) atomi allineati. Lavorare sui e con i nanomateriali significa giocare con i singoli atomi. I risvolti sono molteplici e di varia natura: materiali ultraleggeri e resistenti, microprocessori e unità di memoria potenti, dispositivi medici in grado di rilasciare farmaci in modo intelligente. Questo laboratorio ci permetterà di capire le regole del gioco e di esplorare con maggior chiarezza l’affascinante micro-mondo dei NanoC.

      VAI ALLA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO


      Nanomateriali per la pulizia dell’acqua con Alessandra Bianco Prevot e Giuliana Magnacca

      La qualità dell’acqua e lo smaltimento dei rifiuti sono due temi di grande attualità. Si può valorizzare la frazione organica dei rifiuti per ottenere grandi molecole che, “legate” a materiali magnetici a base di ferro, danno origine a nanoparticelle in grado di purificare l’acqua.

      VAI ALLA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO


      Nanospugne con Francesco Trotta

      Utilizzo di bio-materiali per la produzione di nanospugne con applicazioni in ambito di ritenzione idrica,decontaminazione di acque inquinate da matrici organiche ed inorganiche, ed applicazioni in settori quali quello farmaceutico, come materiali veicolanti molecole attive.

      VAI ALLA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO


      Celle solari a colorante con Pierluigi Quagliotto

      Si propone ai docenti un’attività teorica e sperimentale per costruire una semplice cella solare, per reperire i materiali e per valutare il funzionamento della cella solare. L’attività può essere svolta con gli allievi della propria scuola, in modalità "dimostrativa" o "partecipativa".

      VAI ALLA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO (SECONDARIA I GRADO)

      VAI ALLA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO (SECONDARIA II GRADO)


    • LEZIONI

      22 - 24 febbraio | ore 14 - 17:30 @ IIS GMCA


      Coding di classe con Fabrizio Ferrari

      *per gli insegnanti di Scuola Primaria

      L'esperienza proposta si rivolge agli insegnanti di ogni disciplina di scuola primaria e intende promuovere modelli didattici innovativi legati al pensiero computazionale. Il percorso vuole fornire strumenti e conoscenze utili per avviare esperienze nuove e di qualità che, attraverso i principi dell'informatica, siano in grado di migliorare la didattica applicata quotidianamente in classe. Verranno proposti modelli di lavoro laboratoriali propri del “Learning by Doing” e del “Project based Learning” offrendo un taglio il più possibile operativo e garantendo un inquadramento teorico curricolare ed esperienze concrete da riproporre con studenti e studentesse.

      VAI ALLA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO


      Raccontare la scienza: didattica e documentazione con Umberto Mosca

      *per gli insegnanti di Scuola Secondaria di I grado

      Come integrare e valorizzare le attività didattiche nell'ambito delle materie scientifiche utilizzando le risorse video e multimedia come competenza trasversale degli studenti della Scuola Secondaria di I grado, nella prospettiva innovativa della didattica esperienziale e dell'integrazione tra i saperi.

      VAI ALLA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO


      Progettare esperienze di didattica informale con Beatrice Mautino e Alberto Agliotti (FRAME – Divagazioni scientifiche)

      *per gli insegnanti di Scuola Secondaria di II grado

      Le attività di didattica informale sono strumenti molto efficaci per affrontare in contesti diversi (dalle aule ai festival) temi complessi o controversi in maniera leggera, ma non superficiale. Il corso si propone di fornire le basi teoriche e pratiche per la progettazione e la valutazione di queste attività.

      VAI ALLA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO


Ti potrebbero interessare anche

FRidA - Forum della Ricerca di…

Il portale della ricerca e del public engagement dell'Università di…

Notte Europea dei Ricercatori

Scienziati e cittadini si incontrano nelle piazze d'Europa!

DEEP

Conferenze fuori dall'ordinario