Il Centro

#



Nella polis greca l’agorà era il principale luogo di incontro e di scambio di idee: era il luogo della partecipazione. Ispirandosi a questa immagine, Agorà Scienza crea spazi e occasioni di confronto tra il mondo della ricerca e la società, perché maturi una reale cittadinanza scientifica e tutti possano partecipare attivamente alla costruzione della società della conoscenza.


La storia

Con una delibera del 2006 il Senato Accademico dell'Università di Torino istituisce unanime il Centro d'interesse generale interfacoltà Agorà Scienza. Il Centro ha il compito di curare la disseminazione della scienza, contribuire a diffondere il pensiero scientifico fra i cittadini (la cosiddetta "alfabetizzazione scientifica") con speciale riguardo alla scuola e, simmetricamente, rendere i ricercatori universitari consapevoli delle loro responsabilità nei confronti della società.

Nel 2009 diventa un Centro Interuniversitario cui aderiscono tutti gli Atenei piemontesi e cioè, oltre all'Università di Torino, il Politecnico di Torino, l'Università del Piemonte Orientale e l'Università di Scienze Gastronomiche.

Ciò che fa di Agorà Scienza un ente unico in Italia è che non si tratta di un centro esterno all'Università, ma anzi nasce e vive proprio dentro agli Atenei con lo scopo di mettere in relazione tutte le funzioni tradizionali dell'Università e di aprirla ai suoi nuovi compiti che sempre più rapidamente vengono delineati. Tra questi, riassunti sotto il termine un po' generico ma ormai consolidato di Public Engagement, si sente quanto siano diventati attuali e urgenti le istanze che hanno dato vita al Centro.




Le sfide

La conoscenza è un fattore determinante per lo sviluppo sociale, culturale ed economico, ma non deve diventare un elemento di esclusione sociale.

La sfida alla quale l’università è chiamata a rispondere, in quanto fabbrica di conoscenza, è far sì che la produzione di cultura e innovazione diventi un processo inclusivo e condiviso con la comunità.

Agorà Scienza, fin dalla sua nascita, lavora in questa direzione diffondendo nelle università la consapevolezza della responsabilità sociale della ricerca e promuovendo azioni di public engagement che coinvolgono ricercatori, cittadini, studenti di tutte le età con i loro insegnanti, istituzioni e imprese.


Le azioni

Per costruire un rapporto di fiducia tra società e comunità scientifica è essenziale che siano gli scienziati stessi a raccontare il proprio lavoro. Agorà Scienza offre ai ricercatori le proprie competenze per la progettazione di attività di disseminazione, opportunità di formazione e occasioni per confrontarsi con pubblici differenti.

Studenti e insegnanti sono i protagonisti di percorsi didattici più coinvolgenti ed efficaci costruiti sull’esperienza diretta in laboratorio. L’interazione con i ricercatori appassiona i giovani ai temi caldi della ricerca e al mestiere di scienziato.

Incontri e grandi eventi avvicinano il pubblico di tutte le età alla ricerca e offrono ai cittadini gli strumenti per compiere scelte informate e partecipare al dibattito sulle grandi sfide del futuro.

Coinvolgere istituzioni, associazioni, imprese e media è di cruciale importanza per valorizzare la ricerca come fattore di sviluppo e innovazione in sintonia con i valori, i bisogni e le aspettative della comunità.